Manoscritti Jain

 

 

Questa documentazione è stata realizzata

dal Prof. Girish Dalvi e Pradnya Naik di IDC,

IIT Bombay - D’source

 

Introduzione

 

Gli insegnamenti etici e filosofici dei Tirthankara svolgono un ruolo fondamentale nel Jainismo. Questi insegnamenti canonici sono trasmessi da una generazione all'altra attraverso testi scritti e discorsi orali. Questi testi scritti (manoscritti) sono donati ai Jain 'Shastra-Bhandaras' (Templi depositari). Questa pratica (conosciuta come "Shastra-dan") è incoraggiata nella tradizione Jain ed è considerata un atto di merito religioso. Tra le due sette, gli Shvetambara sembrano essere stati più coinvolti nell'attività di scrittura manoscritta rispetto ai Digambara (Doshi, 1995).

 

Immagine L'universo Jain - 01: Kalpa-Sutra Manuscript.©Jainpedia 2014
 

 

Di questi testi scritti, il Kalpa-Sutra scritto da Bhadrabahu (intorno al IV-V secolo aEV), è un testo estremamente importante e altamente adorato degli Shvetambara Jain. Questo testo è anche noto per essere il più antico testo esistente all'interno della tradizione Jain. Si occupa principalmente delle regole e del codice di condotta per gli asceti durante la stagione delle piogge e descrive anche le vite dei 24 Tirthankara. È il testo più frequentemente illustrato degli Shvetambara Jains e la maggior parte di queste illustrazioni corrisponde ai versi del testo. Questi sutra sono recitati da monaci e devoti Jain durante il mese sacro di Paryushana. I sutra sono scritti da uno scriba chiamato "Lahiya" (લહિયા / लहिया). Questi manoscritti sono ben noti per le loro belle illustrazioni, il layout di testo unici e stili calligrafici distinti. Sono finemente illuminati con pigmenti naturali e spesso con oro e argento e quindi hanno un alto valore artistico.

 

Background

 

I manoscritti Jain sono una fonte di ispirazione per molti artisti, designer e calligrafi. Sono conosciuti per i loro dipinti, i layout e gli squisiti stili calligrafici. I dipinti di questi manoscritti sono stati ampiamente studiati per analizzare i diversi stili di pittura; tuttavia, la scrittura calligrafica non è stata analizzata in modo dettagliato. Ci sono alcuni calligrafi e designer che hanno studiato alcuni aspetti degli stili calligrafici jainisti, ma questi studi sono stati in generale limitati all'esplorazione personale e alla sperimentazione di stili individuali. Nel nostro studio dei manoscritti Jain ci siamo concentrati principalmente sull'analisi calligrafica del testo scritto. Questo testo calligrafico viene confrontato con la calligrafia in stile Balbodha Devanagari contemporanea per una migliore comprensione. Abbiamo anche considerato le attuali pratiche di scrittura manoscritte Jain in termini di stile, strumenti e cancelleria coinvolti, ecc.